Territorio


La loro partecipazione e il loro entusiasmo sono carburante indispensabile per cambiare il Veneto.


È incomprensibile l’ostinazione di occupare l’ex carcere di via Verdi con una struttura per minori. Le scelte di una comunità devono essere prese di concerto con l’amministrazione comunale che la rappresenta.


Abbiamo concluso la legislatura con un progetto di legge significativo, giustamente approvato all’unanimità.


È un settore fondamentale per l’economia veneta e ancor di più polesana.


La dirigenza scolastica riveda la propria posizione, facciamo almeno svolgere l’ultimo anno all’unica classe rimasta.


Vista la congestione delle infrastrutture stradali è indispensabile spostare parte del trasporto lungo le vie d’acqua, riducendo inquinamento acustico e atmosferico oltre ai consumi energetici.


Siamo favorevoli alla rimodulazione del Psr ma non è una misura sufficiente.


Avremo un unico ente economico chiamato a gestire i fondi pubblici senza aver prima attuato un percorso di ampia consultazione di tutte le categorie e soggetti istituzionali interessati


È una buona notizia per l’Altopolesine, ma non basta: occorre rafforzare il ruolo dei piccoli ospedali.


È la fotografia della considerazione che la Regione ha per il Polesine”