Sociale


La soluzione migliore per il nuovo Tribunale è l’allargamento della sede di via Verdi


Alcuni passaggi del regolamento non ci convincono fino in fondo e perciò ci siamo astenuti.


Sarà l’occasione anche per parlare più in generale delle politiche sociali in Veneto e mostrare, ancora una volta, la vera essenza della Lega: debole con i forti, ma fortissima con i deboli


I nuovi nati e le loro famiglie hanno bisogno di ben altro rispetto a una bandiera per sentirsi orgogliosamente veneti.


I fatti hanno la testa dura, più delle bugie di Zaia che continua a governare il Veneto promettendo tutto a tutti.


Per il Centro Essagi, l’assessore Bendinelli si era impegnato formalmente davanti a consiglieri, sindaci e rappresentanti provinciali a fare la propria parte per salvare l’importante realtà polesana. Ma oggi in aula ha affossato l’emendamento relativo senza alcuna spiegazione. Una giravolta che lascia senza parole


Ripensare l’assistenza è fondamentale, ma servono investimenti e programmazione: quello che non c’è ora in Veneto dove qualcuno della maggioranza ipotizza addirittura di far saltare il bilancio. Non solo serve il coraggio di cambiare, ma cambiare è necessario


Con l’approvazione all’unanimità in IV commissione della delibera attuativa, la legge regionale 28 giugno 2013, n.14, Disposizioni in materia di agricoltura sociale, può ora dispiegare tutti i suoi effetti: per le aree a vocazione agricola, come è proprio il Polesine, si aprono prospettive interessanti, anche alla luce dei possibili finanziamenti che possono essere previsti in apposite misure nel nuovo Piano di sviluppo rurale


Con un’interrogazione ho chiesto conto della perdita di milioni di euro e della possibilità di recuperare i finanziamenti ed evitare che i polesani siano penalizzati da simili scelte


Già tempo fa avevamo adombrato l’ipotesi che il sottodimensionamento di Rovigo fosse propedeutico alla crescita dell’ospedale di Schiavonia, a Monselice, un ospedale costruito con un project financing. Per l’appunto, le specialità stralciate all’ospedale di Rovigo sono proprio quelle che, invece, avrà il nuovo ospedale.