Pesca


Sopralluogo a Marinetta: occorre intervenire anche sull’interramento delle lagune


Pescatori di Rovigo e del Delta ricevuti oggi al ministero delle Politiche agricole per individuare un percorso che dia prospettiva a lungo termine rispetto ai diritti esclusivi di pesca


“L’ampliamento e l’escavazione del canale di uscita del porto di Pila non possono essere più rinviati. Il progetto c’è, la Regione passi dalle parole ai fatti e si assuma le proprie responsabilità, finanziandolo. Il settore ittico è fondamentale non solo per l’economia polesana, con oltre duemila imprese iscritte alla Camera di commercio, ma per tutto […]


“La politica dell’annuncio resta sempre la preferita dalla Giunta Zaia. Adesso l’assessore Corazzari ha riscoperto l’emergenza dell’interramento alle bocche di accesso al porto di Pila e promette di stanziare continuativamente le risorse per risolvere un problema ormai datato e che dovrebbe conoscere bene, visto che è entrato per la prima volta in Consiglio regionale sette […]


Il consiglio ha detto sì ai due testi di cui era secondo firmatario e che apportano importanti modifiche alle “Nuove norme per interventi in agricoltura” ed alle “Norme per la tutela delle risorse idrobiologiche e delle fauna ittica e per la disciplina dell’esercizio della pesca nelle acque interne”


Firma del Protocollo d’intesa per l’attivazione ed attuazione del Contratto di foce Delta del Po: sbocchi importanti sul piano delle risorse e del governo del territorio


Nasce l’Agenzia veneta per l’innovazione in agricoltura: come in ogni riforma vi sono aspetti condivisi ed aspetti che, invece, ci fanno rimanere perplessi. Come Pd abbiamo apprezzato lo sforzo di accogliere molte delle nostre proposte emendative ed è per questo che abbiamo votato a favore di un testo radicalmente modificato rispetto a quello proposto della Giunta


Come vicepresidente della commissione agricoltura sono stato relatore di minoranza del Psr, approvato dal Consiglio. Un momento importante vista la consistenza dei finanziamenti disponibili fino al 2020, un miliardo e 184 milioni. La cornice è buona, ora resta da vedere come verrà realizzato il quadro nel dettaglio. Fondamentale sarà il monitoraggio


Al congresso provinciale dell’associazione sindacale dei lavoratori dell’agroindustria ho fatto notare come, “agli enti strumentali ai consorzi di bonifica, passando per i parchi, tante sono le sfide che la Regione dovrebbe affrontare e invece rinvia per incapacità di compiere delle scelte. Sugli stagionali la partita è aperta”


Proficuo impegno trasversale che ha portato a questo importante risultato che consentirà gli attesi interventi di vivificazione delle lagune: un plauso a tutti quanti hanno collaborato al buon esito dell’intero iter. In Polesine lavori nella Sacca degli Scardovari, nella Sacca del Canarin, nella Laguna Marinetta e a Scanno Cavallari, la Provincia di Venezia pulirà i fondali lagunari