Due milioni e mezzo per il Polesine: grazie al lavoro di squadra restano sul territorio risorse importanti anche per il commercio

Inserito il 26 Marzo 2020 in Agricoltura, Energia


Questo pacchetto è una prima risposta che era opportuno confermare, ma va chiarito che non si tratta di misure sostitutive.

“Con il voto favorevole in Terza commissione portiamo a casa un risultato importante per il Polesine: 2,5 milioni di euro restano sul territorio, grazie al lavoro di squadra fatto di concerto con la Giunta. Erano risorse stanziate già prima dell’emergenza coronavirus ma che, visto il momento, appaiono ancor più indispensabili”. Graziano Azzalin, consigliere regionale del Partito Democratico e vicepresidente della Terza commissione, commenta il parere favorevole durante la seduta odierna al plafond di risorse per la provincia di Rovigo. “Questo pacchetto è una prima risposta che era opportuno confermare, ma va chiarito che non si tratta di misure sostitutive. Una volta usciti dall’emergenza sanitaria ci sarà bisogno di ulteriori incentivazioni all’economia, altrimenti diventa complicato ripartire”, aggiunge.

Nel dettaglio il provvedimento prevede anzitutto un milione per i Comuni polesani dedicato allo sviluppo del commercio, “settore – sottolinea Azzalin – particolarmente martoriato da questa situazione. I soldi a disposizione permetteranno interventi sul patrimonio immobiliare pubblico e sugli spazi destinati al commercio, come ad esempio la realizzazione di aree attrezzate per lo svolgimento di mercati, riqualificazione dell’arredo urbano, illuminazione, abbattimento delle barriere architettoniche”. Un altro milione, invece, servirà al completamento del progetto ‘Polesine sicuro’, e infine 500mila euro per l’acquisto di macchinari destinati alla realizzazione di un Laboratorio di studio del comportamento all’incendio a Rovigo.




Condividi questo contenuto!

Lascia un commento