Preoccupati per l’apertura della sede di Forza Nuova a Rovigo, inammissibile dare spazio a movimenti palesemente antidemocratici

Inserito il 28 settembre 2017 in Blog


L’apertura di una sede di Forza Nuova in centro a Rovigo non può non destare preoccupazione.

forza-nuova-si-manifestazione

“L’apertura di una sede di Forza Nuova in centro a Rovigo non può non destare preoccupazione. A oltre 70 anni dalla caduta del fascismo siamo ancora chiamati a tenere alta la guardia, per difendere i valori della democrazia e della nostra Costituzione”. Ad affermarlo è il consigliere regionale del Partito Democratico Graziano Azzalin alla vigilia dell’inaugurazione della sede in via Bedendo, alla presenza del segretario nazionale Roberto Fiore.

“È grave che sia concesso spazio a movimenti che si richiamano apertamente al periodo più buio della nostra storia e che si pongono al di fuori del consesso democratico. Questo avviene a pochi chilometri da Villamarzana, dove il 15 ottobre del 1944 si consumò un terribile eccidio nazifascista con l’uccisione di 45 giovani. Cos’è Forza Nuova, purtroppo, non lo scopriamo noi, lo dicono i fatti: dai volantini anti migranti apparsi nelle scorse settimane che riproducono un manifesto utilizzato dalla Repubblica di Salò contro le truppe alleate, fino alla marcia su Roma del 28 ottobre, in occasione del 95esimo anniversario della parata fascista nella Capitale, un evento che richiama palesemente l’atto di nascita del regime e che ci auguriamo il ministro Minniti vieti, poiché in contrasto con la Legge Scelba e la Legge Mancino”.




Condividi questo contenuto!

Lascia un commento